Amarcord

Amarcord – Quando gli etnei strapazzarono la Roma di Garcia al “Massimino”

Amarcord – Quando gli etnei strapazzarono la Roma di Garcia al “Massimino”
Orazio Sciuto

Sono passati ben 3 anni da quel sonoro e meritato 4-1 rifilato alla Roma che chiuse il discorso scudetto consegnando il tricolore alla Juventus di Conte. Contemporaneamente gli etnei riaprirono i giochi in zona retrocessione, in attesa anche di Fiorentina-Sassuolo che poi si concluse 4-3 per i neroverdi di Eusebio Di Francesco. Senza più nulla da perdere, i rossoazzurri disputarono una partita quasi perfetta con protagonista su tutti Izco, autore di una doppietta. Inutile la rete di Francesco Totti che infiló alle spalle di Frison la palla del 2-1 al 37° della prima frazione di gioco. Di Bergessio e Barrientos le altre marcature etnee ed il 4-1 alla Roma venne servito.

IL TABELLINO DEL MATCH:

Catania (4-3-3): Frison; Peruzzi, Rolin, Gyomber, Monzon; Izco, Rinaudo, (42′st Lodi), Barrientos; Castro (37′st Biraghi), Bergessio, Leto(20′st Plasil). In panchina: Ficara, Cabalceta, Capuano, Fedato, Garufi, Keko, Boateng, Caruso. Allenatore: Pellegrino.
Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon , Romagnoli, Castan(11′st Benatia), Dodo’; Pjanic,, De Rossi, Taddei (39′pt Gervinho); Florenzi, Totti, Ljajic  (11′st Bastos). In panchina: Lobont, Skorupski, Jedvaj, Torosidis, Marin, Mazzitelli, Pellegrini, Ricci. Allenatore: Garcia.
Arbitro: Banti di Livorno.
Reti: 26′ e 34′pt Izco, 37′pt Totti; 10′st Bergessio, 34′st Barrientos.
Ammoniti: Dodo’, Romagnoli, Gervinho, Rinaudo, Pjanic, Totti.
Angoli: 6-6.
Recupero: 1′; 3′.
Spettatori: 15.000 circa.

Foto da: RomaToday

Amarcord

More in Amarcord

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo