Editoriale

Editoriale – Di Stefano: “Catania l’anno prossimo tornerà la luce”

Editoriale – Di Stefano: “Catania l’anno prossimo tornerà la luce”
Antonio Capizzi

L’editoriale odierno, in esclusiva per newscatania.com, porta la firma del giornalista di Sky Sport 24 Peppe Di Stefano:

Fine del campionato, fine dei playoff. In casa Catania per tirare le somme serve necessariamente guardare una doppia prospettiva: una di campo, l’altra societaria. In riferimento a quest’ultima non si può che dare un pieno 10 in pagella per una società a un passo dal fallimento oggettivo, che è stata salvata dal meticoloso lavoro di Lo Monaco e del suo staff. Questa è sicuramente un’impresa che va ricordata e sottolineata. I risultati sul campo sono deludenti, è innegabile: nella regular season, si poteva fare molto di più. Rimane tuttavia il valore tecnico della rosa che, magari in un contesto più sereno, avrebbe sicuramente reso molto di più. Al netto di tutto ciò, in questo momento storico non ci sono i giocatori giusti nel posto giusto. Calciatori come Piscitella, Russotto, Fornito non hanno reso come avrebbero potuto per delle situazioni che riguardano più l’ambiente che il campo.

Dando dunque uno sguardo al futuro prossimo, il Catania dovrà ripartire necessariamente da Matteo Pisseri. Bisogna poi dare vita a una vera e propria rivoluzione, cercando i calciatori giusti che diano garanzie dal punto di vista tecnico, ma soprattutto fisico. Le basi su cui ricostruire sono dunque Pisseri, Marchese, naturalmente Biagianti, Lodi e Di Grazia. Il resto della rosa non ha nessuna certezza di permanenza.

La società sta puntando a una rosa di qualità, Lodi si allena ormai da diversi mesi con il Catania e sarà un valore aggiunto per la prossima stagione. Anche questo sarà ovviamente un ritorno in maglia rossazzurra, e pian piano si costruirà il nuovo asse costituito da Lodi, Biagianti e Marchese. Ma nel calcio, indipendentemente dalla categoria, hai bisogno di un bomber, di un attaccante vero capace di fare gol. Ci sta lavorando Pietro Lo Monaco, e ciò determinerà – molto probabilmente – l’addio di Tavares e Pozzebon.

Il prossimo anno si partirà con la certezza dell’assetto dirigenziale che ha vinto il campionato più importante che è quello di aver salvato il Catania dai debiti e aver sistemato tutti i conti in sospeso. Successivamente si passerà alla scelta dell’allenatore, con Carmine Gautieri favorito, con Lo Monaco che già lo seguì ai tempi di Lanciano, scegliendo poi invece Montella; sul tecnico, mai dare nulla per scontato: attenzione anche a Breda che ha fatto bene con l’Entella, ed è un profilo interessante per la categoria. A prescindere da tutto, sarà fondamentale partire bene, e farlo con i calciatori scelti in sinergia tra società e allenatore, ragion per cui la potenziale coppia Lo Monaco-Gautieri può fare davvero molto bene.

Tutto ciò sarà fatto essenzialmente per un motivo: riaccendere l’entusiasmo della gente. Catania è una piazza strepitosa, basti pensare allo scorso campionato, dopo la partenza super, la gara interna con il Catanzaro fu stravinta 4-0 con una cornice di pubblico impressionante, con gli avversari annichiliti. Ecco, lì il Catania dovrà ricostruire i successi e riaccendere la luce dopo anni di buio.

Solo così può essere tracciato il solco che possa portare ad altri lidi. Il club di via Magenta ha la necessità reale di tornare in Serie B e poi in A. Stare in Lega Pro è già una sconfitta a priori, perché il mondo del calcio è così adesso; costruire una squadra competitiva in Lega Pro è difficilissimo e molto dispendioso. L’esempio positivo è il Fondi, che spendendo poco ha costruito una realtà che naviga le zone centro-alte del campionato, ma ad esempio il Foggia ha impiegato due anni per costruire quanto fatto. Sembrerebbe un paradosso, ma è più semplice salvarsi in Serie A che vincere un campionato in Lega Pro, perché le logiche economiche ci dicono questo. Quindi si ha un bivio: o vivacchi in Lega Pro con stipendi e costi di gestione contenuti, o costruisci una rosa forte e vinci il campionato. E, se ti chiami Catania, la strada da percorrere è scontata…”.

Editoriale

More in Editoriale

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania. La stessa redazione è conduttrice e produttrice del programma radiofonico “News Catania” su Radio Amore Dance 87.80 Fm in onda ogni sabato dalle 12.00 alle 13.00 e nel post partita, ed ogni giorno con il giornale radio delle ore 20.00.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo