Editoriale

Editoriale – Mannisi (CdS): “Catania, appiattito tra mediocrità e sufficienza”

Editoriale – Mannisi (CdS): “Catania, appiattito tra mediocrità e sufficienza”
Redazione

L’editoriale firmato Concetto Mannisi, noto giornalista del Corriere dello Sport, in esclusiva per newscatania.com:

“Quella contro il Francavilla, da parte del Catania è stata una partita fortemente deludente, per risultato e atteggiamento della squadra. Ancora una volta il club etneo in trasferta ha dimostrato di essere lento, prevedibile, a tratti anche ingenuo, permettendo a una squadra in inferiorità numerica di non correre mai rischi ma, anzi, anche di crearne.

Esame di maturità? Si, lo era. Ed a Francavilla è un esame andato male, anzi, malissimo per i rossazzurri. È sembrato come quando un professore scopre a malincuore che l’alunno non si applica abbastanza nello studio. Troppe ingenuità da parte di Pino Rigoli, che nella foga ha ammassato attaccanti su attaccanti creando caos nella fase offensiva e causando danni in quella arretrata, togliendo un filtro fondamentale come Bucolo, un pilastro importantissimo viste già le assenze di Bergamelli e Drausio.

I nodi vengono poi sempre al pettine. Calil dal primo minuto, ovviamente, lascia la perplessità, ma potrebbe essere stata una mossa concordata con la società, in modo da mettere in mostra i gioielli per il prossimo mercato. Scelta inopinata, quella di puntare su di lui. Sia perchè non sta attraversando una fase felice, sia perchè su di lui, così come su Russotto, si è creata una “cappa” negativa che non lo fa rendere al meglio. A ciò va aggiunto il fatto che il Catania non crea occasioni, e quindi per Calil e gli attaccanti la vita si fa sempre più complessa. L’unico che riesce a crearsele da sè, in questo Catania, è Andrea Di Grazia, imprevedibile, sgusciante ed efficace, oltre che indispensabile per Pino Rigoli, che il posto al momento non lo rischia. Lo Monaco lo ha confermato, ma non so se questa sia la scelta giusta. Quel che è certo è che se Pino Rigoli vuole continuare questa avventura una mano se la deve dare da solo, cercando di essere più propositivo e non pensando solo a consolidare la difesa.

Non bisognava esaltarsi per la vittoria sul Lecce, poiché frutto di episodi sfortunati. Accadde la stessa cosa con la Paganese, anche se il Catania meritò gli applausi per la reazione. Contro il Catanzaro non tutto è andato liscio, il Catania si è complicato inutilmente la vita, trovando poi alla fine i tre punti. A Foggia tutta un’altra storia: avversario ideale per una squadra come quella rossazzurra. I pugliesi hanno lasciato spazi, scoprendosi, e infatti il Catania rischiò di fare il colpaccio. A Francavilla, contro un avversario concreto e poco disposto a concedere, il Catania è stato costretto a fare la partita non riuscendo a trovare spazi, ma stavolta il colpo di fortuna lo ha avuto l’avversario. C’è un appiattimento tra la mediocrità e la sufficienza, e mi auguro che la squadra riesca a staccarsi col bel gioco, anche prima del mercato di gennaio che è alle porte.

In tal senso, vista la condizione degli attaccanti, al Catania serve un bomber vero a gennaio, che possa fare la differenza. Serve un centrocampista in grado di fare gioco, visto che Scoppa non sembra adatto al gioco di Rigoli. Il Catania infatti non può basare il proprio gioco sulle ripartenze, ma deve anche essere in grado di costruire il gioco, portando a casa le partite, determinanti, per il suo futuro in questo arduo campionato”.

Editoriale

More in Editoriale

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania. La stessa redazione è conduttrice e produttrice del programma radiofonico “News Catania” su Radio Amore Dance 87.80 Fm in onda ogni sabato dalle 12.00 alle 13.00 e nel post partita, ed ogni giorno con il giornale radio delle ore 20.00.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo