Esclusive

Escl. NC – Spinesi: “In trasferta è sempre mancata personalità. Rigoli? Esonero inevitabile”

Escl. NC – Spinesi: “In trasferta è sempre mancata personalità. Rigoli? Esonero inevitabile”
Antonio Capizzi

In esclusiva ai microfoni di newscatania.com ha parlato l’ex attaccante rossazzurro Gionata Spinesi, che ha commentato l’esonero di Rigoli, i risultati del Catania e tanto altro.

Rendimento negativo in trasferta: “Penso che quando non arrivano i risultati il primo che paga è sempre l’allenatore. Rigoli ha avuto un rendimento altalenante, bene in casa ma molto male fuori; penso che l’esonero sia venuto in conseguenza al mancato salto di qualità in trasferta. In casa si vicono match importanti – Matera e Lecce – ma fuori casa la squadra non si esprime, non ha mentalità e carattere per vincere. La società ha cambiato allenatore per far capire ai calciatori che la squadra si chiama Catania, ad oggi i giocatori sono da Catania, e bisogna essere competitivi in categoria. Il Catania fuori casa deve imporre, fare paura, deve fare come la Juventus in Serie A”.

Risultati altalenanti: “In casa la squadra va bene perché la spinta del pubblico dà carica e ti spinge a dare sempre il massimo. Anche perché ci sono state partite – vedi Paganese, Lecce o Matera – non dominate ma vinte perché giocate in casa, in questo caso il nome Catania fa la vera differenza. In trasferta – ripeto – il Catania perde il proprio blasone e si perde, dimostrando assenza di trame offensive, di carattere e continua a fare molto fatica. L’unica vittoria è arrivata a Cosenza in cui il Catania non meritava nemmeno di vincere perché il Cosenza ha avuto un rigore negato, il gol regolare del 2-0 ma annullato, vincendo in modo immeritato. Questa è una squadra che deve arrivare ai play-off, piazzandosi nel miglior modo modo possibile. Ma d’altronde se non sai vincere fuori, al primo turno dei play-off rischi di andare fuori subito”.

Giusto esonerare adesso Rigoli? “L’esonero – a questo punto della stagione – era inevitabile, molti si chiedono perchè non sia arrivato prima perché i risultati fuori non sono mai venuti; dopo sei mesi di gestione, se non riesci a far esprimere al meglio la tua squadra, è ovvio che c’è qualcosa che non va. La società gli ha dato tempo per rimediare, ma alla fine ha fatto le sua scelta, cercando un allenatore capace di far esprimere al meglio la squadra”.

Giudizio sulla coppia Pozzebon-Tavares: “E’ una coppia ben assortita che ha ancora bisogno di rodaggio, si vede in tanti movimenti che c’è da migliorare. E’ una coppia con prospettive future importanti per la categoria, adesso il Catania ha un reparto offensivo di tutto rispetto, rinforzandosi molto; Giovanni in difesa ha dato esperienza e qualità tattica. Adesso il Catania è una squadra molto competitiva, sono convinto che se si partisse adesso da zero il Catania sarebbe sicuramente in lotta per il primo posto”.

Di Grazia-Pozzebon-Russotto un po’ come Mascara-Spinesi-De Zerbi? “Con tutto il rispetto per i giocatori attuali ma i giocatori del Catania della promozione in A hanno dimostrato di far bene nel ruolo offensivo avendo a Catania l’exploit della carriera; lì abbiamo dimostrato di avere le qualità giuste per vincere in B ma anche di stare in A. Mi auguro con tutto il cuore che i tre davanti possano fare quello che abbiamo fatto noi; me lo auguro per la società ma sopratutto per la tifoseria che non merita di stare in questa categoria. Vincere non è mai facile ma bisogna tornare a farlo, con l’arrivo di Lo Monaco si sono migliorate tante cose; adesso la squadra è ben organizzata e sono convinto che sia competitiva per questa Lega Pro”.

Adesso tocca a loro: “Da ora fino ad aprile, però, i calciatori devono essere squadra. Il nuovo allenatore deve fare questo: far diventare squadra questo gruppo. Il Catania deve avere la mentalità di essere superiore all’avversario ma calarsi nella partita e dimostrare il proprio valore in campo”.

More in Esclusive

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo