Conferenza Stampa

Lucarelli: “Svoltiamo e guardiamo avanti: serve che tutti resettino in ottica playoff”

q
Lucarelli: “Svoltiamo e guardiamo avanti: serve che tutti resettino in ottica playoff”
Francesco Becciani
q

Ai microfoni della Sala Stampa di Torre del Grifo ha parlato Cristiano Lucarelli. Queste le sue parole:

Quella di domenica è stata una partita a sé. Secondo me al di là di quello che possiamo dire quello che è venuto meno sono stati gli episodi. Da certi punti di vista si analizza prima il risultato e si giudica. Noi lavoriamo per analizzare la prestazione per trovare cose da correggere e cose su cui insistere. Quello che ci è mancato è stato il colpo del k.o. in quelle partite dove serviva, complice il non aver avuto Curiale al 100%. Al di là di tutto, della rabbia, questa è la realtà dei fatti: gli episodi non ci sono stati favorevoli. Non vogliamo trovare degli alibi, ma alcuni degli episodi arbitrali sono stati decisivi: datemi i 2 punti di Bisceglie ed i 3 di Matera e saremmo stati alla fine del campionato ancora in corsa. 

Quest’anno abbiamo sempre lavorato su due moduli, che ci hanno portato a lottare con due squadre a forti per la promozione diretta. Non abbiamo mai accontento l’uno o l’altro. Abbiamo il dovere di esaminare tante situazioni legate ai due moduli: quando abbiamo affrontate squadre di medio-alta classifica che giocano col 3-5-2 abbiamo fatto fatica con il 4-3-3 con due uomini in meno a centrocampo. Quando si parla di playoff si parla di una competizione diversa: ogni squadra che ci arriva porta poco rispetto a quanto successo durante la stagione. Ogni partita è questione di vita o di morte, troveremo squadre come noi che se la devono in qualche modo giocare. Spero che la mia squadra superi la delusione della mancata promozione diretta. Dobbiamo svoltare e guardare avanti. Prendiamo quanto di buono perché ogni situazione deve farci crescere. Dobbiamo resecare completamente dal punto mentale e fisico. Le scelte di Matera sono anche in virtù di questo. Vogliamo arrivare ai playoff ed avere a disposizione tutti e 24 i giocatori: ho ruotato tutti i giocatori durante la stagione. 

Mi sono azzardato a caldo dopo una partita, dicendo che può esserci stata un po’ di emotività e mi sono ritrovato il giorno dopo dei titoli di giornale come “Lucarelli attacca i tifosi”. C’era un giocatore con cui giocavo che vedevo durante la settimana e mi chiedevo come facesse a non giocare a ben altri livelli. Lo vedevi durante la settimana ed era impossibile prenderlo. Arrivava la domenica e non rendeva allo stesso livello. Ci sono giocatori da domenica e giocatori del giovedì, che è pienissimo. L’emotività esiste dappertutto, esiste la fase che ti trascina quando le cose vanno bene, poi c’è l’emotività negativa che davanti alle difficoltà si fa fatica. Ci sono molte squadre che hanno un mental coach per gestire queste situazioni qua. C’è stata una partita Italia-Francia di qualificazioni a San Siro: io sono entrato 85 mila persone. Nel calcio non ho mai avuto paura di nulla, ma in quella partita mi sembrava di non aver mai giocato a calcio: è stato un qualcosa che emotivamente ha prevalso negativamente, non mi sentivo a mio agio in quel contesto lì. L’emotività del calcio non esiste. Abbiamo giocato anche tante volte dopo il Lecce, non è semplice. Siamo una squadra forte, gli altri devono preoccuparsi di noi più che noi preoccuparci degli altri.

Il Rende dopo di noi è la squadra che ha vinto di più in trasferta: è un bel campanello d’allarme. I ragazzi hanno tutta la voglia di concludere il campionato in una certa maniera. Non me ne faccio una malattia di arrivare secondo o terzo. Ci sono tanti aspetti: se arrivo secondo ci sono 23 giorni di sosta. Ce lo meritiamo di chiudere in una certa maniera, vogliamo vincere contro il Rende. Voci di mercato mi accostano al Pescara?  L’unica certezza è che ho un altro anno di contratto con il Catania”.

Conferenza Stampa

More in Conferenza Stampa

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo