Curiosità

Il Catania va in Germania: la storia degli emigrati di Adrano

Il Catania va in Germania: la storia degli emigrati di Adrano
Pier Francesco Monachino

Lontano dagli occhi ma non lontano dal cuore. In Germania infatti esiste una squadra che si chiama AC Catania ed è la terza squadra con i colori rossazzurri. É stata fondata da emigrati catanesi provenienti da Adrano nella cittadina di Kirchheim unter Teck (circa 40.000 abitanti) e lotta per la salvezza in seconda categoria (KreisLiga). La squadra è composta da un bel mix di nazionalità dove spiccano quella turca, tedesca e, ovviamente, italiana. Sono presenti anche due catanesi: il portiere e presidente Domenico Pienabarca e Manuel Lombardo, difensore aggregatosi in rosa nella stagione 2018/19. Il loro sogno sarebbe quello di sfidare il “vero” Catania in un’amichevole a Torre del Grifo.

Pienabarca parla così dell’AC Catania: “La squadra fu fondata da emigranti di Adrano che adesso sono tornati a vivere proprio nella terra natale. Fino agli anni 90 la formazione disputava un campionato a parte, con seconde squadre, poi siamo stati accorpati con le altre squadre tedesche e per diversi anni abbiamo giocato in Promozione, poi un brusco calo. Adesso speriamo di poter continuare così e toglierci altre soddisfazioni. Sarebbe una bellissima idea quella di tornare in Sicilia nel periodo estivo e organizzare a Torre del Grifo un’amichevole con il Catania. Sarebbe uno splendido regalo ai nostri ragazzi, anche un occasione per ritornare in Italia e soprattutto in Sicilia, terra splendida e ricca di storia”.

Per seguire le avventure e saperne di più basta seguire la loro pagina Facebook “AC Catania-kirchheim 1993

Curiosità

More in Curiosità

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo