Altre News

Nicolato (Italia U21): “Catania ci accoglie sempre con grande entusiasmo”

Nicolato (Italia U21): “Catania ci accoglie sempre con grande entusiasmo”

Primo giorno di lavoro per l’Italia U21 nella struttura di Torre del Grifo: gli azzurrini hanno lavorato per un’ora e mezza abbondante, alternando lavoro atletico ad alcune parti di tattica. Al termine dell’ allenamento ha preso la parola il tecnico azzurro Paolo Nicolato, che da giugno ha sostituito Luigi Di Biagio. Queste le sue parole:

“Quali novità porterò in questo nuovo corso? Voglio che mostrino il meglio di loro rispettando le loro caratteristiche. C’è la volontà di preparare i calciatori per la Nazionale maggiore, cercheremo di mettere in campo i principi e la filosofia della nostra NazionaleFrasi per motivare? Direi di no, la continuità del lavoro mi ha permesso di arrivare qui con molti ragazzi che conosco e questa cosa mi fa stare tranquillo. Nel percorso ci sono momenti facili e difficili, ma il gruppo non mi ha mai tradito e so che non lo farà. Ci sono ragazzi molto giovani, alla lunga faremo un ottimo lavoro perché sicuramente daranno tutto senza risparmiarsi. Condizione fisica? Oggi è il primo giorno che ci troviamo, non sono tanti quelli che giocano con continuità e noi cerchiamo un’intensità fisica che spesso non riusciamo a riprodurre perché alcuni ragazzi non giocano nei loro club. Punteremo sull’organizzazione, per il momento è prematuro parlare di progettualità a lungo termine. Chiederò di essere aggressivi, ma ci vorrà una condizione atletica accettabile prima di poterci arrivare. I principi di gioco prevedono una squadra con baricentro alto, cercheremo di mettere in atto questo tipo di filosofia. Le condizioni atletiche non sono delle migliori, per il mio gioco questo è un po’ penalizzante purtroppo. Voglio una squadra di qualità e che abbia un buon palleggio. Gli obiettivi dipendono anche dalle qualità degli altri e non solo noi. Io educatore? La comunicazione può servire, cerco di trasmettere quello che ho in testa: voglio rispetto e pretendo rispetto. In Nazionale c’è un tempo veramente breve per trasmettere le mie sensazioni. Stadio? Mi aspetto di trovare entusiasmo, un bel pubblico, nell’ottica di una squadra in costruzione: la partita servirà per conoscerci meglio e capire chi è già avanti e chi deve lavorare ancora. Il pubblico ci darà un grosso sostegno, molti ragazzi sono alla prima presenza. Me lo aspetto soprattutto per loro. Giocatori della vecchia Under? Beh in termini di conoscenze si, hanno fatto un percorso con me e chiedo loro qualcosina in più, dovranno essere più responsabili. Ho cercato di integrare anche qualche 98, per il momento non ce ne sono. Sono convinto di aver scelto dei ragazzi che possono integrarsi bene tra loro. Kean e Zaniolo? Avranno il ruolo che sceglierò di dargli, ovvero protagonisti dotati di ottima qualità tecnica. Kean ha fatto tutto il percorso, Zaniolo no ma conosco molto bene i loro pregi e difetti. Nessuno è perfetto e bisogna migliorare. Non possiamo aspettare nessuno, con me hanno fatto bene e non posso lamentarmi delle loro qualità. Accoglienza della città? Catania ci ha accolti benissimo, non è la prima volta che le nostre Nazionali frequentano questo centro sportivo all’avanguardia: qui respiriamo sempre grande entusiasmo nei nostri confronti”.

Altre News

More in Altre News

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo