Altre News

Pogliese: “Coronavirus, le misure per Catania”

Pogliese: “Coronavirus, le misure per Catania”
Emanuele Strano

Nel corso di una diretta sulla propria pagina Facebook, il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, ha parlato delle misure da applicare nella città etnea per contrastare la diffusione del Coronavirus:

“Ho ritenuto opportuno utilizzare per la prima volta lo strumento della diretta Facebook poichè stiamo vivendo un’esperienza che nessuno di noi aveva mai vissuto, molto intensa. Stiamo per entrare all’interno della settimana forse decisiva, oggi più che mai è opportuno che ognuno rispetti in maniera rigida, attenta e scrupolosa le prescrizioni inserite all’interno dei decreti recentemente predisposti e pubblicati. Bisogna rimanere a casa, contenere al massimo qualsiasi uscita dalle proprie abitazioni nei casi rigidamente inseriti nei provvedimenti, solo per ragioni di lavoro, motivi di salute o in altri casi di assoluta necessità. Sembra che stiamo per raggiungere il picco e dovrebbe iniziare una fase decrescente. In Sicilia i dati sono radicalmente diversi rispetto a quelli registrati nel resto d’Italia grazie a Dio”.

“Il nostro pensiero va alle famiglie dei malati. Vedere le immagini di Bergamo con i camion dell’Esercito che trasportavano le bare credo abbiano toccato il cuore di ognuno di noi facendo percepire in maniera più incisiva la gravità del fenomeno che stiamo vivendo. Il nostro pensiero va ai medici ed operatori sanitari che si stanno operando in trincea per combattere questa battaglia. Pensiero che va esteso anche a tutte le forze dell’ordine, Esercito, Guardia di Finanza, corpo della polizia locale che in maniera sinergica stanno svolgendo una funzione assolutamente qualificante. I controlli sono capillari su tutto il territorio comunale. In questo momento possiamo disporre di 16 pattuglie insieme a poliziotti, carabinieri, finanzieri e militari che controllano il nostro territorio. Ma al di là della fase repressiva credo che finalmente i catanesi abbiano percepito quanto sta accadendo. Queste prescrizioni sono a tutela della salute di tutti, sacrifici affinchè non si possa registrare un bilancio ancora più drammatico rispetto a quello di oggi. Ognuno di noi deve fare la propria parte. Non è il tempo dei protagonismi. Dobbiamo fare tutti il proprio dovere con sobrietà e serietà. Lo devono fare le istituzioni rispettando le ordinanze e i cittadini nell’interesse di tutti, con la speranza che a breve potremo lasciarci alle spalle questa esperienza che nessuno avrebbe mai pensato di vivere”.

“Non è il tempo delle polemiche. Le riflessioni è opportuno farle quando ci lasceremo definitivamente alle spalle tutto questo. C’è la necessità di rispettare le ordinanze nell’interesse nostro, dei nostri cari e di tutti gli italiani. Negozi di generi alimentari? Tutti possono essere aperti ad eccezione della domenica ma è importante anche all’interno delle piccole botteghe che si rispettino le distanze, si utilizzino le mascherine e tutte le prescrizioni inserite. Per quanto riguarda l’imminente pagamento delle pensioni, negli uffici postali ci sarà una suddivisione in base alle lettere dei cognomi in giorni prestabiliti. Io sono sempre stato un inguaribile ottimista ma credo che l’atteggiamento dei catanesi sia molto responsabile. Ci sono e continueranno ad esserci coloro i quai non rispetteranno le prescrizioni, con numeri tuttavia decrescenti, ma la stragrande maggioranza della popolazione le ha puntualmente rispettate”. 

Altre News

More in Altre News

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo