Conferenza Stampa

Camplone: “Vincere col Picerno per dare una svolta al campionato”

Camplone: “Vincere col Picerno per dare una svolta al campionato”

Sono stati numerosi i temi toccati quest’oggi dal mister etneo Andrea Camplone in conferenza stampa. Ecco la disamina effettuata dal tecnico in vista della sfida di domani col Picerno:

“Risposte dopo la trasferta di Terni? Ne ho ricevute poche. Siamo tornati a casa mani vuote, così facendo sperperiamo tutto ciò di buono fatto in casa fino ad oggi. Fuori casa si è raccolto poco, in questo filotto di partite casalinghe abbiamo il dovere di recuperare i punti perdutu. A Terni comunque ho visto un po’ di propositiva in più rispetto a Potenza e Reggio. Ripeto: stiamo raccogliendo poco. Sensazioni sulla partita con il Picerno? La partita di domani è difficile, bisogna vincere per dare una svolta ed un peso al campionato.

Condizioni Di Molfetta? Per sostituirlo gli uomini li abbiamo. Ci sono Rossetti, Distefano e Barisic che mi ha fatto una buonissima impressione nello spezzone giocato a Terni. Può darci qualcosina in più in quel ruolo. Per il resto purtroppo non siamo riusciti a recuperare nessuno degli infortunati. Il Picerno fuori casa ha sempre segnato: crea molto e bisogna stare attenti. In casa non possiamo fare sconti a nessuno.

Classifica attuale? Le prime giornate hanno presentato un campionato equilibrato, con un gruppo di squadre nelle zone alte. Qualche punticino in più potevamo averlo, adesso sfruttiamo il trittico di gare in case per rimetterci in carreggiata. Basta un filotto di risultati utili per rientrare in corsa.

Un giudizio sul gruppo? Quando succedono cose come l’esclusione di alcuni ragazzi qualcosa anche inconsciamente accade negli altri. Al momento della gara di campionato i problemi li dobbiamo lasciare fuori dal rettangolo di gioco: forse i giocatori non hanno avuto la forza di farlo ultimamente. Le prestazioni sono venute meno, bisogna crescere sotto l’aspetto dell’approccio e della determinazione. Molte volte non riusciamo a reggere l’onda d’urto degli avversari e questo non mi piace.

Pinto o Biondi? Pinto è andato fuori perchè non attraversava un buon momento, ma abbiamo bisogno di tutti. Ci sono 6 indisponibili in tutto e ci mancano un po’ i cambi in certi frangenti delle partite. Domani chi andrà in campo darà tutto quello che deve dare, ne sono convinto.

Difficoltà in difesa? Stiamo lavorando tanto sulla fase difensiva, ma abbiamo pochi difensori a disposizione. Mbende è stato gettato subito nella mischia, e un po’ ha fatto fatica perchè non capisce la lingua. Non è stato un mese facile e abbiamo cercato di tamponare. Mbende è un buon giocatore, ma sta avendo difficoltà ed interpreta a modo suo la fase difensiva in certe circostanze. Il reparto difensivo deve seguire un’unica idea. Senza feeling subentrano delle difficoltà. Domani mi aspetto di vedere un reparto che dia più sicurezze: ci sono dei problemi di lettura che hanno originato i gol in trasferta, non voglio delle letture individuali ma di gruppo.

Nostro baricentro basso in trasferta? Llama è un giocatore di quantità. Dall’Oglio attacca la profondità, Welbeck è un incontrista e ruba palla. I due incursori li abbiamo inseriti bene accanto a Lodi. È tutto un meccanismo che va sistemato, una lettura che ancora manca e che in trasferta riemerge sistematicamente. Tutti andavano in avanti, non solo sul lato palla ma anche in altre zone. Non riusciamo a capire questo.

Sensazione sui tifosi presenti a Torre del Grifo? Queste cose ogni tanto fanno bene, hanno chiesto la maglia sudata ed è giusto. Ci hanno chiesto l’impegno e non la vittoria, uscire a testa alta dal campo. Lo pretendo anche io da allenatore, in modo da non fare parlare nessuno.

Squadra più cattiva? Siamo poco furbi, Mazzone in area mi diceva che se non  prendevo la palla io non la doveva prendere neanche l’avversario. Un po’ di mestiere c’è già, bisogna metterlo meglio in pratica. Noi marchiamo a uomo, ci vuole più attenzione”.

Conferenza Stampa

More in Conferenza Stampa

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo