Conferenza Stampa

Mazzarani: “Dobbiamo essere più spavaldi”

Mazzarani: “Dobbiamo essere più spavaldi”
Dario Conti

Si è conclusa da poco la conferenza stampa di Andrea Mazzarani a Torre del Grifo. Il centrocampista del Catania ha parlato del momento della sua squadra rispondendo alle domande dei giornalisti. Ecco le sue parole:

“Differenze di approccio tra Camplone e Lucarelli? Con Lucarelli eravamo un altro tipo di squadra e con un altro gioco. Sicuramente quella era una squadra più tosta, perché comunque giocavamo con una difesa a cinque ed eravamo più compatti rispetto a oggi. Con Camplone abbiamo un altro tipo di gioco, siamo votati all’attacco ed è normale che subisci un po’ di più. Ciò non toglie che dovremo fare meglio. La cosa che dobbiamo migliorare sicuramente è la fase difensiva e l’attenzione in certi momenti della partita. Dobbiamo essere più preparati sotto questo aspetto. Se andiamo ad analizzare i gol presi a Terni due sono stati autogol. Non voglio parlare di arbitri, ma sull’autorete di Biondi c’era un fallo netto. Se in questo momento abbiamo qualche difficoltà a livello difensivo, tutta la squadra deve cercare di proteggere la difesa, magari rimanendo più corta e senza andare subito alla ricerca del gol. Nessuno va in campo per perdere. Secondo me dobbiamo essere più spavaldi negli ultimi metri, rispetto a quanto facciamo in casa, fuori invece facciamo un po’ il compitino. Quello che ci sta mancando in questo momento è il movimento senza palla quando impostiamo. I numeri parlano chiaro: siamo una delle difese più battute del campionato e dobbiamo lavorare sotto questo aspetto. È chiaro che quest’anno giocando più vicino la porta, ho più occasioni di andare in rete. In questo momento sta andando bene a livello personale, però se i gol non portano punti a casa per me valgono poco. Rimane comunque una grande soddisfazione. Devo cercare di dare un apporto maggiore anche a livello di esperienza verso i ragazzi più giovani. Sono contento, ma la strada è ancora lunga. Nella mia carriera ho fatto principalmente il trequartista e l’attaccante esterno. Il ruolo di mezzala l’ho ricoperto sporadicamente con Rigoli, mentre con Lucarelli l’ho ricoperto per un anno. E’ chiaro che giocando esterno offensivo ho meno compiti difensivi e di ripiegamento rispetto a quando stavo in mezzo al campo, però è un ruolo in cui mi trovo molto bene. Biagianti, Bucolo e Marchese fuori rosa? Dopo la sconfitta di Potenza, ci sono stati un po’ di problemi. Vuoi o non vuoi è una situazione che ha un po’ destabilizzato tutti, soprattutto i nuovi arrivati, che si sono trovati in una situazione a loro nuova. A questi si sono aggiunti i tanti infortuni, ricordo sempre che ne abbiamo avuti sei in una partita. A livello di spogliatoio stiamo bene, i grandi devono sicuramente aiutare i più giovani. Quando si perde si analizza sempre la sconfitta, ma secondo me non c’è da soffermarsi troppo. Noi prepariamo le partite sempre al massimo, bisogna saperle leggere. Le squadre che giocano in casa si esaltano sempre contro di noi. Abbiamo un campionato ancora lunghissimo davanti. È chiaro che vogliamo che la situazione con Biagianti, Marchese e Bucolo si risolva al più presto, perché sono giocatori e persone importanti nel nostro spogliatoio. Con la società avevamo anche parlato per cercare di ricucire questo rapporto. L’incontro con i tifosi? Hanno toccato le corde giuste: non ci hanno chiesto il bel gioco, ma di sudare la maglia e di metterci l’anima. I ragazzi l’hanno capito e credo che già da domenica prossima si vedrà una squadra migliore. Il messaggio che mi sento di mandare ai nostri tifosi è quello di starci vicino, come stanno facendo adesso”.

Conferenza Stampa

More in Conferenza Stampa

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo