Conferenza Stampa

Lo Monaco: “Non abbiamo mai voluto cambiare Lucarelli”

Lo Monaco: “Non abbiamo mai voluto cambiare Lucarelli”
Francesco Becciani

Ai microfoni della stampa locale ha parlato in congerenza Pietro Lo Monaco. Queste le sue parole:

Con altri sistemi forse neppure ci sarebbe stato bisogno di chiarire la nostra situazione dopo la vergognosa prestazione di Monopoli. Subito dopo la sconfitta, c’è stata una caccia pazzesca all’esonero dell’allenatore. Ho ricevuto tantissime telefonate, sia da parte dei giornalisti che anche da allenatori, che si sono proposti. Dopo questa sconfitta, era doveroso fare una analisi, era necessario confrontarsi con i protagonisti. Nelle riflessioni, ci sta che una società possa valutare più soluzioni, ma non abbiamo mai inteso cambiare la guida tecnica. Gli allenatori si cambiano solo se la squadra non è più allineata alla guida tecnica. Non abbiamo mai fatto mancare la fiducia a Lucarelli, abbiamo lavorato insieme per trovare le soluzioni. Ho letto articoli in cui mi davano a parlare con altri allenatori. Faccio una domanda ai giornalisti: ‘quando si scrive, la testa è collegata?’. Non ci si rende conto che scrivendo certe cose si può fare del terrorismo? Non sta scritto da nessuna parte che il Catania debba stare in Serie A, il nostro non è l’unico club ad essersi ritrovato in questa situazione. Nessuno ha deciso che il Catania per opera divina debba stare in massima serie, i campionati si vincono soffrendo e programmando. Nessuno può permettersi di giudicare, la stampa non può giudicare. Quando si opera ci può stare che si sbagli, ma la forza deve essere quella di rialzarsi. Siamo passati attraverso un vento forte e l’obiettivo è venirne fuori. L’obiettivo principale è sempre stato quello di completare il risanamento economico ed al contempo rilanciare il club dal punto di vista tecnico. E lo stiamo facendo. Se si centrasse la Serie B già quest’anno sarebbe da ‘Guinness dei Primati’, noi ci stiamo provando. Siamo onorati della presenza del pubblico allo stadio, è per loro che cerchiamo di fare l’impossibile per provare a fare il salto. Ai giocatori ho detto che, nonostante i sette punti di svantaggio, non si molla niente. Non lasceremo nulla d’intentato. Con le sue dichiarazioni post-Cosenza, Lucarelli aveva semplicemente cercato di difendere la squadra, di fare quadrato, ma il messaggio che è passato è stato un altro. La cosa che più mi ha infastidito sono state le notizie false, si è scritto addirittura di un Lucarelli separato in casa. Tutti, come morsi dalla tarantola, hanno dovuto riportare dell’esonero del tecnico. Noi avevamo detto che avremmo fatto delle riflessioni, non che avremmo operato dei cambiamenti. Abbiamo impiegato tre giorni per parlare con la squadra e con lo staff tecnico e per giustificare le ‘cazzate’ scritte si è detto che non si era trovato l’accordo con l’eventuale nuovo tecnico. Il Catania può permettersi economicamente 250mila allenatori, chiunque verrebbe qui a piedi. Il Catania è una società forte, il Catania è tornato, lo ribadisco”.

Conferenza Stampa

More in Conferenza Stampa

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo