Conferenza Stampa

Lucarelli: “Con la S. Leonzio partita importante, ma non decisiva”

Lucarelli: “Con la S. Leonzio partita importante, ma non decisiva”
Dario Conti

Alla vigilia del match contro la Sicula Leonzio, in programma domani sera alle 20.45 e valido per il secondo turno della Coppa Italia di serie C, ha parlato in conferenza il tecnico del Catania Cristiano Lucarelli:

“Ero consapevole di quelle che potevano essere le difficoltà della partita contro il Catanzaro che si trovava in un certa situazione. Avevamo bisogno di un risultato positivo perché sarebbe stato utile per allungare la striscia di risultati utili consecutivi. Ho visto una squadra che ha lottato e che ha combattuto, se vado a riprendere i vari approcci che abbiamo avuto nelle altre partite, questo mi sembra il migliore. Ero più preoccupato per la partita con la Sicula Leonzio nonostante l’avessimo vinta. È chiaro che a me perdere brucia. Anche se domani giocassimo contro il Barcellona, mi girerebbero le scatole ugualmente per un’eventuale sconfitta. Ribadisco che se fossimo rimasti in undici la partita del secondo tempo l’avremmo potuta perdere ugualmente, ma di certo sarebbe diversa col vento inoltre a favore. Sono realista, dobbiamo cercare di salvare il salvabile in questa stagione. Io sto cercando di lavorare per costruire una mentalità e per fare questo ho bisogno di persone disposte al sacrificio. Negli anni sono cambiati allenatori e giocatori, ma i problemi sono rimasti. Ci vogliono scelte coraggiose, ci sono ragazzi ai quali sono anche legato umanamente, ma non posso permettermi più di sbagliare. Ad oggi se ci sono state delle difficoltà è perché si è guardato al proprio orticello. Difesa a quattro? Le tante assenze fanno si che non si può ancora lavorare guardando solo a noi stessi. In questo momento fatichiamo ad accettare la parità numerica dietro. Se ci troveremo di fronte a squadre che giocano con due attaccanti, giocheremo a tre, se ci troveremo con tre attaccanti, giocheremo a quattro. Con la Sicula è una partita importante, ma non decisiva. Sappiamo che anche dalla Coppa Italia passerebbe un eventuale passaggio ai playoff. Probabilmente sarà difficile arrivare nelle prime tre posizioni, visto che alcune squadre corrono forte. Metterò in campo la squadra migliore, ovvero quella nelle migliori condizioni psico-fisiche. E’ chiaro che tra un giocatore acciaccato e un giocatore riposato, preferisco il secondo. Giocherà Martinez, è giusto dare una chance anche a lui. Pinto? Dati alla mano è il giocatore più imbattuto del Catania. Sento tante critiche su di lui, tutte queste difficoltà, a lui in particolare, non le vedo, se non quelle che hanno tutti. A Catanzaro mi ha chiesto di finire la partita, nonostante avesse il setto nasale rotto. E’ un giocatore che non butta mai la palla e non è da tutti in un momento del genere. Bucolo? E’ un generoso, sappiamo che è un altro di quelli che tiene tanto al Catania. Ha sbagliato a Catanzaro, calcolando male l’intervento sul giocatore del Catanzaro, il quale doveva solo accompagnarlo. Al di là di questo, il fallo non c’era e lo dimostrano le immagini. Sarno? Ci sono state delle complicanze e quindi si è perso un po’ di tempo. Curiale? Potrebbe giocare domani. Abbiamo bisogno di tutti da qui al 22 dicembre. Se lo vogliamo recuperare o comunque mettere nelle condizioni di esprimersi al massimo, bisogna dargli spazio. Per lui è un’altra possibilità da sfruttare, se così non sarà, gli farò un discorso chiaro, ma finché c’è deve sentire la mia fiducia”.

Fonte foto: NewsCatania.com

Conferenza Stampa

More in Conferenza Stampa

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo