Interviste

Albertini a NC: “Vittoria importante, continuiamo così. Tacopina? Persona decisa”

Albertini a NC: “Vittoria importante, continuiamo così. Tacopina? Persona decisa”
Dario Conti

Ospite della puntata odierna di “News Catania Live”, il difensore del Catania, Alessandro Albertini, ha fatto il punto in casa rossazzurra, all’indomani dei tre punti ottenuti contro l’Avellino: “Una vittoria importantissima, soprattutto in questo momento difficile a livello di risultati e prestazioni, ci dà la serenità nell’affrontare queste ultime partite di campionato con l’autostima che ci era mancata. Siamo contenti, continuiamo così”.

SULL’ESONERO DI RAFFAELE – “Nel calcio si sa che quando c’è l’esonero di un allenatore, vuoi o non vuoi, la scossa arriva. E’ stato più un problema mentale. Ci tengo a dire che è una sconfitta della società, ma soprattutto di noi calciatori l’esonero del mister, perché eravamo terzi in classifica e il gruppo era questo. Adesso bisogna dare continuità”.

SUL CALO – “Secondo me è stato un insieme di cose. Da inizio anno combattiamo con tanti infortuni in ruoli importanti. Purtroppo non siamo riusciti a reagire in varie partite. Nel girone d’andata non si erano create le aspettative intorno alla città, che si sono create adesso. Abbiamo sofferto un po’ questo aspetto, ma dare un motivo preciso è difficile. Troppa pressione? Non penso sia stato quello, anche perché l’età media della squadra è alta. Tanti giocatori ne hanno viste di queste situazioni. Appagamento? Posso dire di no, perché in una piazza del genere non puoi essere mai appagato. Siamo consapevoli che a Catania quando sei terzo, vuoi essere secondo, o se sei secondo vuoi essere primo. Non credo sia stata una questione di appagamento, abbiamo perso delle sicurezze sia tattiche che mentali”.

SUL RUOLO DI ESTERNO ALTO – “Era una cosa che non era stata provata, mi sono ritrovato a farla. Ho sempre fatto il terzino, l’esterno di centrocampo, ma d’attacco non l’avevo mai fatto, però, in quel momento il mister mi ha messo li, chiedendomi compiti più difensivi e l’ho fatto senza problemi”.

PRIME SENSAZIONI SU BALDINI – “Non lo avevo mai incontrato da avversario. Mi ha fatto subito una buona impressione, è consapevole che la squadra è forte. Si è imposto bene, ci ha trasmesso parecchia serenità”.

SU TACOPINA – “Abbiamo avuto dei colloqui personali e con la squadra. E’ una cosa che ci ha maggiormente responsabilizzato. Mi è sembrata una persona decisa, nelle sue esperienze ha fatto sempre bene, quindi c’è tanta fiducia. Come viviamo le vicende extracampo? Ovviamente siamo persone normali, come tutti. E’ normale che ne abbiamo parlato, ma la società attuale non ci ha mai fatto mancare nulla, lasciandoci pensare al presente. Closing? E’ una cosa che ci interessa relativamente, perché siamo consapevoli che facendo anche risultati importanti possiamo dare un contributo importante”.








Interviste

More in Interviste

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo