Interviste

Ghirelli a NC: “Restituzione due punti? Non credo si vada oltre la regular season”

Ghirelli a NC: “Restituzione due punti? Non credo si vada oltre la regular season”
Dario Conti

Una delle questioni a tenere banco in casa Catania, oltre alla complessa trattativa tra la Sigi e Joe Tacopina per il passaggio di proprietà, è legata anche alla restituzione dei due punti di penalizzazione da parte del Collegio di Garanzia del Coni, la cui risposta tarda ad arrivare. Ospite di “News Catania Live”, il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, non è voluto entrare nel merito, escludendo comunque la possibilità che si vada oltre la fine della regular season, prevista il 25 aprile. Ecco le sue parole:

SULLA RESTITUZIONE DEI DUE PUNTI DI PENALIZZAZIONE – “Non posso intervenire, dando giudizi in merito ad una questione che riguarda la giustizia sportiva. Posso solo auspicare che le sentenze possano essere le più rapidi possibili, ma non credo si vada oltre la regular season”.

SULLA TRATTATIVA TRA SIGI E TACOPINA – “Che un imprenditore di valore, che tra le altre cose ha fatto esperienza in altri club italiani, decida di venire a Catania, e lo dico da persona che ama e che ha vissuto e lavorato al Sud, è un segnale che va oltre il calcio, oltre ad essere un fattore estremamente significativo per Catania, che è una grande città e un grande club, un pezzo della storia del calcio italiano. Un’operazione del genere va a vantaggio di tutti. Credo che l’interesse da parte dell’imprenditore e dell’attuale proprietà ci sia. Mi auguro che si vada rapidamente alla conclusione. Ritengo ci siano tutte le condizioni per farcela, bisogna avere un po’ di pazienza. A quel punto a Catania si potrà respirare e anche puntare a traguardi che la città il club e i tifosi meritano”.

SUL VAR IN SERIE C – “E’ uno strumento importante, lo metterei subito. La serie B ha già problemi, noi abbiamo 60 stadi e non c’è solo l’infrastruttura da mettere in campo. Bisognerebbe avere più arbitri e assistenti per le 30 partite. Se avessimo le risorse, lo farei immediatamente, purtroppo al momento attuale rimane un sogno”.

SUI DANNI CAUSATI DALLA PANDEMIA – “Da marzo dell’anno scorso abbiamo quantificato in 84 milioni di euro quello che sarebbe stato il danno della Lega Pro, non credo che ci siamo andati lontani. Sono venute a mancare due fonti principali: il botteghino e gli sponsor. Mi auguro che nel prossimo decreto che dovrebbe essere approvato questa settimana ci venga riconosciuto un ristoro sul versante del protocollo sanitario, sull’uso dei tamponi e anche un prolungamento sugli affitti delle infrastrutture”.

SULLA RIAPERTURA DEGLI STADI – “Parlare di apertura degli stadi è un sogno in questo momento, però, mi auguro che il piano di vaccinazione vada più velocemente e che almeno per i playoff possa esserci una apertura, anche se non sarà facile riportare la gente negli stadi, perché se da un lato andare negli stadi è una tradizione, dall’altro c’è ancora paura, quindi bisognerà fare un lavoro psicologico”.

More in Interviste

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo