Esclusive

Escl. NC – Magrì: “Il Catania rientrerà subito dalla Puglia. Attacco Virtus improvvisato”

Escl. NC – Magrì: “Il Catania rientrerà subito dalla Puglia. Attacco Virtus improvvisato”
Dario Conti

Sgradita sorpresa in casa Catania: dall’ultimo giro di tamponi è emersa la positività di quattro tesserati, circostanza che ha portato anche a posticipare la gara di domani contro la Virtus Francavilla – inizialmente in programma alle ore 15.00 – alle ore 20.30. Un cambio d’orario che comunque non dovrebbe creare ulteriori problemi, come ammesso dal direttore di TuttoCalcioPuglia.com e corrispondente da Francavilla per Il Corriere dello Sport, Dennis Magrì, raggiunto in esclusiva dalla nostra redazione per fare il punto sulla gara: “Non credo che cambi molto anche se devo dire che l’ultima volta che la Virtus giocò di sera in casa vinse 4-0 contro il Catanzaro di Auteri. Non so se questa può essere una cattiva notizia per il Catania. A livello logistico non credo ci saranno problemi. Saranno massimo 304 i tifosi sugli spalti. Probabilmente cambierà qualcosa per il Catania, che rispetto ai programmi iniziali dovrebbe rientrare subito dalla Puglia”.

Parlando di calcio giocato, invece, la Virtus Francavilla è partita in maniera un po’ stentata in campionato. Sfortuna o demeriti della formazione di Trocini?

“È un po’ un mistero che la Virtus abbia ottenuto solo un punto dopo quattro gare. All’esordio contro il Bari i primi trenta minuti sono stati da incubo, ma poi la Virtus ha dominato. A Torre del Greco forse l’entusiasmo della prima in casa della Turris ha fatto la differenza. Contro la Vibonese è stata un’altra partita in cui la Virtus ha dominato, ma raccogliendo poco. Nell’ultima gara contro la Juve Stabia per 60’ c’è stato equilibrio per la prima ora di gioco, ma dopo l’espulsione la formazione di Trocini è calata di intensità. C’è poco da rimproverare all’allenatore, un po’ di sfortuna c’è stata pure a livello di infortuni, perché non ha mai avuto a disposizione Vazquez, se non nei 45′ disputati contro la Vibonese in cui ha anche segnato su rigore. A Castellammare mancava Zenuni e non c’è ancora Marino, che è un titolare. È vero che ci sono state diverse conferme, però rimane un gruppo abbastanza giovane”.

Come stanno Vazquez e Perez? Saranno della partita?

“Vazquez si è allenato in palestra e non ci sarà, né avrà almeno per un’altra settimana, mentre Perez proverà ad andare in panchina e a stringere i denti, ma non sta benissimo. Toccherà a Trocini valutare se rischiarlo o meno. È probabile che quest’ultimo torni a disposizione per mercoledì o domenica. Tra l’altro entrambi segnarono ai playoff. Al di là di tutto il tecnico non ha una grande panchina. Ekuban è un ragazzo promettente, ma pur sempre un classe 2000; Puntoriere è stato sul mercato fino all’ultimo giorno e non è tra le prime scelte dell’allenatore. Sarà un attacco un po’ improvvisato. Credo che bisognerà tirare fuori il 120% per sopperire alle assenze e provare a fare un’impresa”.

Tante conferme tra le fila pugliesi, ma quali sono stati gli innesti più rilevanti della sessione estiva di calciomercato?

“Credo che Giannotti abbia già fatto vedere grandi cose. È una mezzala, ma è stato schierato come esterno destro e credo sarà il suo ruolo tutta la stagione. Prenderà il posto di Albertini, un giocatore che è difficile da sostituire”.

Proprio Albertini è il grande ex della gara insieme a Sarao. Ha fatto rumore il suo addio?

“Ha lasciato un buon ricordo e giocato tutte le partite. È stato anche capitano. Peccato per come sia andato via, perché in molti lo hanno un po’ contestato, dopo non aver trovato l’accordo con la società per il rinnovo. Al di là di tutto, è rimasto nel cuore dei tifosi, cosi come Sarao, che fece un gran gol contro il Catania nei minuti finali due anni fa. Anche lui ha lasciato un bel ricordo pur essendo andato via dopo un solo anno”.

Sarao che ha lavorato molto per la squadra, senza essere riuscito a trovare la prima rete in maglia rossazzurra.

“È un attaccante che entra in condizione più tardi rispetto agli altri, ma credo sia un giocatore importante per la categoria e lo ha dimostrato negli anni scorsi e poi è una persona che secondo me si farà amare. A Monopoli ha lasciato un po’ di rammarico nei tifosi quando è andato via, lo stesso a Francavilla. Con la Reggina non ha ottenuto gli stessi numeri, ma è un calciatore che nel gioco di Raffaele e del Catania può sposarsi alla grande. Non lo darei come un flop, anzi deve avere grande fiducia perché può spaccare le partite”.

Quali sono i dubbi di formazione per mister Trocini?

“Credo che le scelte siano quasi fatte. L’unico dubbio è legato a Perez, che secondo me non giocherà dall’inizio. In attacco quindi Mastropietro sarà insieme ad Ekuban. In difesa saranno Delvino, Celli e Caporale i tre davanti a Crispino, vista la squalifica di Sparandeo e l’indisponibilità di Marino. A centrocampo Giannotti e Nunzella giocheranno sugli esterni, in mezzo Zenuni, Franco e Di Cosmo. È un 3-5-2 che potrebbe trasformarsi anche in un 3-5-1-1, con Mastropietro leggermente arretrato rispetto ad Ekuban”.

Foto da: calciocatania.it

More in Esclusive

Sito non ufficiale del Calcio Catania S.p.A.

NewsCatania nasce ufficialmente l’1 gennaio del 2016 e segue costantemente le vicende del Calcio Catania.

Direttore responsabile: Antonio Costa

Copyright © 2016 NEWSCATANIA.com Tutti i diritti riservati - Testata giornalistica sportiva iscritta nel registro giornali e periodici del tribunale di Catania N.1/2016 del 26/01/2016 - Webmaster: Salvatore Sanfilippo